Skip to content

poesia

laperditadeltempo

Dieci modi di perdere il tempo
Una breve introduzione di Francesco Martini alla silloge poetica “La perdita del tempo, 2005-2009” di Roberto Balò

Appare fin da subito come “semplice”. Eccessivamente semplice. Un poeta di lignaggio, quale Roberto Balò ha sempre dimostrato di essere, non avrebbe potuto piegarsi alla logica imperante nelle contemporanee lettere italiche: quella della semplificazione ossessiva e ridondante. Ecco allora che questa nuova silloge dal titolo “La perdita del tempo, 2005-2009”, edita da Iskretiae Edizioni (Firenze, 2010) deve necessariamente rimandare ad altro. Ed è grazie a questo atto di fiducia, un atto che non dovrebbe mai mancare in qualunque lettore che si appresti al consumo di un farmaco poetico, che di nuovo mi accingo a rileggere o forse leggere per la prima volta, questi venticinque componimenti che raccolgono il meglio, o più prudentemente, quello che fino a oggi il poeta ha voluto mostrarci della sua produzione degli ultimi cinque anni. Finalmente qualcosa comincia a delinearsi. Ma ancora non è sufficiente. Quindi, per una terza – ancora prima – volta distillo questi versi e sul terrazzo di un’estate che sembra non finire mai, alla sera, comincio a capire. (…)

Scarica l’intera recensione in formato PDF

Per richiedere la versione cartacea o PDF di La perdita del tempo inviare una e-mail a
robertobalo (@) gmail (punto) com

One Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: